Gianni Landonio

Gianni Landonio

Data di nascita 24 gennaio 1953, Cittiglio (Varese). Professionalmente architetto da 1978. Interessi artistici e musicali orientati verso le varie espressioni del mondo contemporaneo, della sperimentazione e della ricerca. Le realizzazioni più significative realizzate e/o curate con amici e artisti, risalgono agli anni ‘80-‘90, e interessano i campi dell’organizzazione artistica, dell’installazione sonora e della pittura in senso lato. Quello che segue è un elenco di situazioni che lo vedono partecipe personalmente in vario modo:  1988 - DOLCE ARTE PERCORSI FUORI N°6 Comune di Brunello (VA). Interventi artistici nel Centro Storico di Brunello, giugno 1988 Con il Centro di Cultura e Creatività Arte Contemporanea Cascina Stal Vitale Osmate. Catalogo.

1989-1993 - Collaborazione con il con il Centro di Cultura e Creatività Arte Contemporanea Cascina Stal Vitale di Osmate. Libro d’artista.

1994 - PAESAGGI SONORI Video-immagine di Brian Eno. Installazione a cura di Gianni Landonio, Osmate 16-19 Giugno 1994. Opera multimediale. Recensioni in Lombardia Oggi, La Stampa. 

1995 - ARTELAGUNA 11 Giugno-31 Luglio 1995 Biennale di Venezia. Opere d’arte per la laguna di Venezia. Cascina Stal Vitale, Simonetta Gorreri. Supporto tecnico artistico all’opera di Tapta (Belgio).

1997 - MISTERIOSAMENTE Somma Lombardo 13-28 Settembre 1997. Sonorizzazione dell’opera di Silvio Monti, progetto Socrate.

2000-2009 Ricerche pittoriche su: segno, materia, tecniche rappresentative, ecc…

2011 BAU n°8 Contenitore di Cultura Contemporanea opera “uomini numeri”. Eseguita in 150 pezzi unici - Viareggio - Lucca Center of Contemporary Art - Kunst Meran Merano Arte 

2011 Castello di Masnago (VA) collettiva opere per Minami Sanriku prefettura di Miyagi(Giappone)

2015 Scriptorium contemporain Cantilène de Sainte Eulalie marzo 2015 Bibliothèque multimédia de Valenciennes VALENCIENNES (France) 28 opere su carta a leporello.

Le opere di Gianni Landonio

Tutte le fotografie, le immagini e gli altri contenuti di questo sito sono di proprietà di Alberto Lavit e come tali sono tutelati dalle leggi sul diritto d'autore. E' pertanto vietato qualsiasi utilizzo che non sia stato espressamente autorizzato in forma scritta dall'autore. I trasgressori saranno puniti a norma di legge