Arteconomy, incontro-scontro tra arte ed economia

 

perchè i businessman a tavola parlano di arte e gli artisti di business ?

 

dal 08 mag 2018 21:00 fino al 08 mag 2018 23:30

INGRESSO LIBERO

organizzato da Associazione Culturale Parentesi

 

Igor Rucci, fondatore di Five Gallery, e Andrea B. Del Guercio, Direttore Artistico della Galleria e docente all’Accademia di Brera, sveleranno in un incontro-scontro i segreti dell’arte contemporanea e della sua liaison con il mondo economico.

Arteconomy è un movimento artistico che fonde arte ed economia, rendendo quest'ultima elemento essenziale e costitutivo dell'opera d'arte stessa e trasformando in superfluo il ruolo dell'artista.

 

Arteconomy è la denuncia del peso eccessivo che la finanza e l’economia hanno avuto in modo sempre più crescente negli ultimi decenni nel mondo dell’arte. 

 Arteconomy elimina la figura dell'artista e paradossalmente utilizza termini e concetti propri del mondo finanziario per rendere definitivamente evidente lo squilibrio tra arte ed economia a favore di quest'ultima.

La serie Continuity è l'espressione artistica di Arteconomy:
una serie di opere tutte uguali ma tutte diverse il cui meccanismo di vendita è parte integrante dell'opera stessa.
"Emozione incrementale" e "Condividendo emozionale"  sono i neologismi di Arteconomy che vogliono dare certezza al valore di un'opera e fornire, per la prima volta al mondo, un rendimento certo al collezionista.

 

L'arte è sempre stata provocazione:
Arteconomy è la provocazione definitiva.

 

 

 

Tutte le fotografie, le immagini e gli altri contenuti di questo sito sono di proprietà di Alberto Lavit e come tali sono tutelati dalle leggi sul diritto d'autore. E' pertanto vietato qualsiasi utilizzo che non sia stato espressamente autorizzato in forma scritta dall'autore. I trasgressori saranno puniti a norma di legge